Consulenza telefonica Orthos

Gli operatori  che rispondono alle linee di Orthos sono Counsellors, Psicologi e Psicoterapeuti che hanno ricevuto una formazione specifica relativa alle diverse forme della dipendenza patologica. Con loro è  possibile: parlare della propria esperienza, distinguere le situazioni di dipendenza da problematiche di minore entità, richiedere un colloquio diagnostico, richiedere l'ingresso ad un gruppo di contatto, farsi illustrare i diversi servizi che Orthos mette a disposizione di coloro che soffrono di una o più dipendenze patologiche.

Per ulteriori informazioni

39 39 33 50 69 (nord)  - 39 39 50 29 95 (centro) - 34 70 56 83 33 (sud)

Counselling Informativo e Motivazionale

Quando ci si accorge di non essere più in grado di controllare il proprio impulso a giocare non è sempre facile prendere una decisione consapevole ed informata sul da farsi. Spesso abbiamo la tendenza a "fare da soli" a cercare tra mille sofferenze di darci dei limiti che puntualmente non riusciamo a rispettare.

Serve aiuto ?

Il PROGETTO ORTHOS è a SIENA, ma anche a ROMA, BOLZANO, TRIESTE, MILANO

Presso le sedi territoriali del Progetto Orthos, operano counsellors, psicologi e psicoterapeuti che hanno ricevuto una formazione specifica in materia di dipendenze patologiche. Attraverso di essi l'Associazione Orthos si rende più vicina a chi ha necessità di un aiuto, mettendosi a disposizione per incontri di valutazione, di sostegno e di orientamento.

  Servizi offerti

  • Ascolto e consulenza telefonica
  • Counselling informativo
  • Psicoterapia
  • Incontri di gruppo
  • Consulenze psicologiche e legali
  • Centro di Documentazione
  • Formazione
  • Informazione sulla rete dei servizi territoriali
  • Accoglienza e terapia intensiva breve

Terapia Intensiva Residenziale

La Terapia Intensiva Residenziale rappresenta un percorso di crescita legato alla valorizzazione delle persone e all'approfondimento delle aree di criticità. Nei percorsi intensivi (21gg) la riconsiderazione della propria esperienza di vita è l'occasione per intervenire su quei fenomeni di fissazione nella crescita psicoemotiva che interferiscono con la capacità di regolare i propri impulsi e di realizzare un soddisfacente progetto di vita.

Aforismi dell'azzardo

  • Gioco d'azzardo. Passatempo il cui piacere consiste in parte nella coscienza dei propri vantaggi, ma soprattutto nello spettacolo delle perdite altrui.

    Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

  • Giocare (dico del gioco grosso, il gioco d'azzardo che può portare la fortuna favolosa o l'irrimediabile precipizio), giocare non è divertente, nel senso leggiadro della parola. Anzi è una cosa, con quella tensione senza respiro, profondamente faticosa.

    Massimo Bontempelli, Il Bianco e il Nero, 1987

  • Alle tre del mattino l'odore di un casinò, il fumo e il sudore danno la nausea. A quell'ora, il logorio interiore tipico del gioco d'azzardo – misto di avidità, paura e tensione nervosa – diventa intollerabile. I sensi si risvegliano e si torcono per il disgusto.
    Ian Fleming, Casinò Royale, 1953

  • Non esiste il "gioco d'azzardo sociale". O sei lì per strappare il cuore a un altro e divorarlo... o sei un fesso. Se questa scelta non ti piace... non giocare.

    Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

  • Gioco d’azzardo. È il contrario del gioco, ed è assurdo che abbia lo stesso nome. Mentre il gioco è fondato sulla possibilità di maneggiare le proprie forze, il gioco d’azzardo è basato sul rifiuto di agire: in un caso c’è l’azione, nell’altro la passione.

    Valerio Magrelli

  • Il giocatore d'azzardo quanto più è bravo nel suo mestiere, tanto più è disonesto.
    Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.